tagliere

 

PERCHÉ IL NOSTRO POMODORO È COSÌ BUONO

La scelta di utilizzare materie prime, soprattutto il pomodoro biologico, coltivate in Toscana non è casuale. Alla base di questa scelta vi è una profonda conoscenza del proprio prezioso territorio.

IL TERRITORIO
I terreni dai quali provengono le nostre materie prime non hanno ricevuto mai sfruttamenti produttivi intensi come succede ed è successo nei secoli al sud, quindi sono ricchi di elementi nutritivi.
Le caratteristiche particolari del territorio attribuiscono ai prodotti una fragranza unica: sono terreni prevalentemente pianeggianti in leggero pendio, di origine alluvionale, profondi, sabbiosi limosi, a reazione sub alcalina (pH 7,5-8,0), non calcarei, con elevato tasso di mineralizzazione della sostanza organica. Questo conferisce alla nostra materia prima per eccellenza, il pomodoro, il giusto equilibrio tra acidità e zuccheri, un pH elevato che fa si che non ci sia necessità di aggiunta di sostanze dolcificanti.

IL CLIMA
I campi hanno una giusta esposizione solare: troppo sole renderebbe il pomodoro giallo perché oltre i 38°C  viene impedita la formazione di licopene che conferisce al pomodoro il tipico colore rosso vivo.

La vicinanza al mare attribuisce al pomodoro una sapidità particolare e il microclima favorisce una buona crescita della pianta.

Il clima di tipo mediterraneo, tipico di questa zona, ha estati calde e asciutte e inverni miti.

Le precipitazioni sono di circa 600 mm annui, la maggior parte nel periodo Novembre-Febbraio.

LA PRODUZIONE
Cogliamo il pomodoro in funzione delle nostre necessità, selezionando i frutti con le migliori condizioni (acidità e zuccheri) direttamente dal campo. La materia prima viene maneggiata in maniera accurata e lavorata entro le 48 ore dalla raccolta trasferendo la freschezza direttamente nel vaso. La massima temperatura che subiscono i nostri prodotti a base di pomodoro è di 97° per 5 minuti, per la pastorizzazione. I nostri processi di lavorazione non ossidano il pomodoro che mantiene colore, consistenza e sapore inalterati e duraturi nel tempo, ciò ci consente di non aggiungere alcuna sostanza ai nostri prodotti.
A nostro avviso il pomodoro per essere considerato di alta qualità deve avere un giusto equilibrio fra zucchero e acidità che conferisce al prodotto finale un gusto rotondo ben equilibrato fresco e gustoso.
La consistenza deve essere buona, non troppo morbida, il più vicino possibile alla tipica consistenza dei prodotti fatti in casa.